Parola da cercare

Avvertenze per la consultazione




  1. Introduzione
  2. Lemmatizzazione e criteri generali
  3. Struttura delle voci
  4. Sillabazione
  5. Qualifica grammaticale
  6. Marca d’uso
  7. Omografi
  8. Definizioni e accezioni
  9. Polirematiche

1. Introduzione

Alle origini del Nuovo De Mauro

Il Nuovo De Mauro ha la sua prima origine nel Gradit, Grande dizionario italiano dell’uso. Quest’opera con i suoi oltre 260.000 lemmi è la più ampia fonte dizionaristica italiana. Il Gradit è stato ideato e diretto da Tullio De Mauro. In una prima edizione di sei volumi è apparso nel 1999 presso la Utet di Torino. Nel 2007 presso la stessa casa editrice ha avuto una seconda edizione di otto volumi aggiornata e ampliata ed è tuttora in commercio.

Mentre il lavoro del Gradit si stava completando, d’accordo con la Utet De Mauro ha preparato e pubblicato, nel 2001, presso l’editore Paravia (poi Paravia-Bruno Mondadori, ora Mondadori-Pearson), un’opera in un unico volume, per proporre in sintesi l’essenziale dell’opera maggiore. Quest’opera ha avuto anche una versione online.

Il Nuovo De Mauro: lavori in corso

Il dizionario che si offre alla libera consultazione verrà progressivamente migliorato introducendovi correzioni e completamenti. A questo provvederà la redazione ma lo farà il più possibile raccogliendo osservazioni, suggerimenti, proposte delle persone che consultano il dizionario. La collaborazione di lettrici e lettori sarà preziosa per rifinire e perfezionare le singole voci e l’intera opera. Scriveteci dunque dizionario@internazionale.it. Cercheremo di rispondere a ciascuno, ma soprattutto terremo conto dei vostri apporti. Di tempo in tempo saremo noi a prendere l’iniziativa di interpellare lettrici e lettori per accertare il loro orientamento su aspetti e punti critici degli usi effettivi della nostra lingua. Grazie fin d’ora di ogni vostra collaborazione.


Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità