à jour

/a 'ʒur/
à jour
loc.s.m.inv.,loc.agg.inv.
1828; C. Varese "La fidanzata ligure"; dal fr. à jour propr. "con aperture regolari", 1842  


ES fr.
1. loc.s.m.inv. TS artig. ricamo eseguito estraendo fili della trama di un tessuto e raggruppando i fili dell’ordito in modo da lasciare dei vuoti ornamentali a intervalli regolari: fare un à jour sul fazzoletto
2. loc.agg.inv. TS artig. eseguito col punto di tale ricamo: orlo à jour; anche loc.avv.: ricamare à jour  
3. loc.s.m.inv. TS orefic. brillante montato in modo tale da renderne visibili il taglio e le dimensioni

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità