abuso

a||ṣo
s.m.
ca. 1336 nell'accez. 2; dal lat. abūsu(m), acc. abusus, -us, der. di abuti “consumare, abusare”.


1. AU uso eccessivo o cattivo: fare abuso di alcolici, di cibi grassi | TS dir. sfruttamento di un diritto o potere oltre i limiti leciti; esercizio illegittimo di un potere, di un’attività: commettere un abuso, abuso edilizio; estens., violenza: abuso sessuale, abusi sui minori
2. OB disuso, abbandono

Polirematiche

abuso di autorità
loc.s.m.
TS dir.pen.
delitto che consiste nell’abuso da parte di un pubblico ufficiale dei poteri conferitigli dalla sua funzione, allo scopo di arrecare danno ad altri o di procurare un vantaggio a se stesso
abuso di distintivo, di titoli o di onori
loc.s.m.
TS dir.pen.
delitto contro la fede pubblica che consiste nel portare abusivamente la divisa o i segni distintivi di un ufficio pubblico, di un corpo politico o ecclesiastico o anche di un'associazione non statale, oppure nell'arrogarsi titoli e qualità inerenti a uffici e professioni per cui occorre la speciale autorizzazione dello Stato
abuso di potere
loc.s.m.
TS dir.amm.
=> eccesso di potere
abuso di ufficio
loc.s.m.
TS dir.pen.
=> abuso di autorità.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità