babele

ba||le
s.f.inv.
1597; da Babele, nome di un’antica città della Mesopotamia i cui abitanti, secondo la tradizione biblica, tentarono la costruzione di una torre tanto alta da raggiungere il cielo e furono puniti da Dio che li disperse nel mondo dopo averne confuso le lingue.


CO per anton., anche con iniz. maiusc., luogo pieno di gente caratterizzato da grande disordine e da confusione rumorosa: quell’ufficio è una babele | grande disordine, rumorosa confusione: che babele in quella casa!

Polirematiche

torre di Babele
loc.s.f.
CO
luogo pieno di gente caratterizzato da grande disordine e confusione; il disordine, la confusione stessa: quell’ufficio è una torre di Babele, che torre di Babele in quella casa!
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità