2e

é
cong.
av. 1294; lat. ĕt.


FO
1. con funzione copulativa, coordina elementi di uguale valore grammaticale all’interno di una stessa proposizione, o proposizioni di uguale valore sintattico all’interno di un periodo: il pane e il vino, Renzo e Lucia, la rosa è bella e profumata, il neonato mangia e dorme, ho acquistato il libro questa mattina e l’ho già letto; quando gli elementi coordinati sono più di due è posta prima dell’ultimo elemento: Giorgio, Marco e Stefania; mangiare, bere e dormire ; nell’uso letterario può essere ripetuta dando luogo a una coordinazione polisindetica: esta selva selvaggia e aspra e forte (Dante)
2. con funzione correlativa, è usata con le preposizioni fra e tra: fra te e me
3. con funzione avversativa e antitetica: lo aspettavo e non si è fatto vedere
4. con funzione esortativa o enfatica, spec. in principio di frase: e piantala!, e allora, che cosa hai intenzione di fare?
5. unita a tutti o tutte e seguita da un numerale, con valore pleonastico: tutti e cinque, verremo tutte e due
6. fam., indica un’addizione: sei e quattro, dieci; con funzione aggiuntiva, è usata anche nell’indicazione di pesi, prezzi e misure: un chilo e mezzo, un metro e novanta, quattromila e cinquecento lire
7. OB LE anche: ciò che fa la prima, e l’altre fanno (Dante)

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità