fabbrica

fàb|bri|ca
s.f.
av. 1342 nell'accez. 1b; lat. fabrĭca(m), der. di faber, -bri “artigiano”.


1a. FO stabilimento in cui si svolge una produzione industriale: fabbrica di automobili, di scarpe; estens., azienda di produzione industriale, industria | anche fig.: essere una fabbrica di bugie, di chiacchiere, di risate
1b. OB officina, bottega
2a. BU il costruire, il fabbricare: la fabbrica di un palazzo; edificio, fabbricato: una solida fabbrica | fabbricazione, produzione: merci di fabbrica italiana
2b. TS dir.can. chiesa o altro edificio sacro nella sua struttura materiale | conservazione e manutenzione di un edificio sacro | => fabbriceria
2c. TS stor. tassa o prestazione di lavoro obbligatoria, destinata alla costruzione di edifici pubblici
3. OB fig., struttura, disposizione: la fabbrica del mondo, la fabbrica dell’universo

Polirematiche

commissione di fabbrica
loc.s.f.
TS burocr.
=> commissione interna
consiglio di fabbrica
loc.s.m.
TS stor.
negli USA e in alcuni paesi europei, a partire dalla prima guerra mondiale, commissione di operai di un’impresa che mira a realizzare una collaborazione ottimale tra capitale e lavoro (abbr. C.d.F.)
corpo di fabbrica
loc.s.m.
TS arch.
struttura che fa parte di un complesso ma è caratterizzata da tratti costruttivi e architettonici propri
delegato di fabbrica
loc.s.m.
CO
in una fabbrica, chi è eletto dai lavoratori per rappresentarli nei rapporti con il datore di lavoro
fabbrica degli angeli
loc.s.f.
CO
eufem., clinica dove si praticano aborti clandestini
fabbrica del Duomo
loc.s.f.
CO
fabbrica di San Pietro
fabbrica di San Pietro
loc.s.f.
CO
lavoro che dura all’infinito.
lavorare in fabbrica
loc.v.
CO
fare l’operaio
marchio di fabbrica
loc.s.m.
TS comm.
contrassegno originale che un’impresa applica ai propri prodotti per distinguerli da quelli similari di altre imprese
prezzo di fabbrica
loc.s.m.
CO
p. di un prodotto all’uscita della fabbrica
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità