quadrare

qua|drà|re
v.tr. e intr.
1308; lat. quadrāre, v. anche quadro.


CO
1a. v.tr., ridurre qcs. a forma quadrata: quadrare un foglio
1b. v.tr., fig., quadrare la testa, il cervello a, di qcn., abituarlo al ragionamento
1c. v.tr. TS tipogr. disporre le linee composte di un titolo o di una didascalia, in modo che risultino della medesima lunghezza
2. v.tr. BU estens., misurare un’area con i contorni irregolari, dividendola in unità quadrate
3a. v.tr. TS geom. costruire un quadrato con l’area equivalente a quella data
3b. v.tr. TS mat. non com., elevare al quadrato
4a. v.tr. TS rag. in un bilancio finanziario, portare in pareggio entrate e uscite, attivo e passivo, costi e ricavi, perdite e profitti individuando e correggendo eventuali errori
4b. v.intr. (essere o avere) CO corrispondere esattamente: le entrate quadrano con le uscite
4c. v.intr. (essere o avere) CO ass., spec. di un calcolo e sim., tornare, essere esatto: i conti quadrano
5a. v.intr. (essere o avere) CO essere pertinente, adattarsi: quest’esempio quadra perfettamente
5b. v.intr. (essere o avere) BU adattarsi: riveste un ruolo che non gli quadra affatto
6. v.intr. (essere o avere) BU fam., garbare, essere considerato opportuno: assumere un atteggiamento che non quadra, una soluzione, un’idea che non quadra
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità