ubbidienza

ub|bi|dièn|za
s.f.
av. 1303; dal lat. oboediĕntĭa(m), v. anche ubbidire.

CO
1. l’essere ubbidiente, l’ubbidire, spec. per abitudine: la dote dell’ubbidienza, dar prova di ubbidienza, educare i figli all’ubbidienza; con riferimento ad animali: l’ubbidienza del cane al padrone, del cavallo ai comandi del fantino
2a. sottomissione dovuta da subordinati a superiori in una gerarchia: l’ubbidienza dei soldati al comandante, giurare ubbidienza al sovrano
2b. TS teol. nella teologia cattolica, obbligo morale, inferiore solo a quelli religiosi, che regola i rapporti tra i sudditi e l’autorità
2c. TS dir.can. dovere di sottomissione che un religioso ha nei confronti di un superiore | LE l’autorità stessa del superiore: ciò addivenne alla badessa sotto la cui obedienzia era la monaca (Boccaccio); ordine, istruzione o penitenza che il superiore dà al religioso: c’è dentro l’obbedienza per fra Cristoforo, di portarsi a Rimini (Manzoni)
3. CO conformità a un’ideologia, a concezioni politiche o culturali: un’associazione di ubbidienza clericale, un comunista di stretta ubbidienza
4. TS stor. in tempo di elezione pontificia contrastata, o di scisma della Chiesa, il gruppo dei sostenitori dell’uno o dell’altro candidato, dell’uno o dell’altro pontefice
5. TS stor. nel Cinquecento, tassa annua pagata dai maestri e garzoni acattolici ai collegi delle arti
6. OB condizione di sudditanza: tenere in ubbidienza un popolo

Polirematiche

ubbidienza automatica
loc.s.f.
TS psic.
nei pazienti schizofrenici, l’esecuzione di qualsiasi atto ingiunto, anche se in contrasto con i loro desideri e la loro volontà
ubbidienza cieca
loc.s.f.
CO
accettazione supina, sistematica e incondizionata degli ordini o delle direttive ricevute; sottomissione totale alla volontà altrui
ubbidienza religiosa
loc.s.f.
TS dir.can.
sottomissione che un religioso deve al vescovo, al papa, ai superiori nell’ambito delle loro legislazioni, a cui s’impegna con voto pubblico durante l’ordinazione.
voto di ubbidienza
loc.s.m.
TS relig.
v. emesso nella professione religiosa che obbliga a eseguire gli ordini dei legittimi superiori e che costituisce, insieme a quelli di castità e di povertà, lo stato di perfezione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità