1fatto

fàt|to
s.m.
av. 1219 nell'accez. 2; lat. factu(m), da factus, p.pass. di facĕre “fare”.


1. FO ciò che accade, si verifica nella realtà; risultato concreto di un comportamento, un’azione, ecc.: un fatto curioso, memorabile, raccontare, narrare un fatto, attenersi ai fatti, i fatti parlano chiaro | seguito da un complemento o da una proposizione, introduce l’enunciazione di un avvenimento o la constatazione di una realtà: il fatto di parlare, di camminare, il fatto che ritardi mi preoccupa | seguito da un agg. che specifica la natura dell’avvenimento o da quale punto di vista viene considerato: fatti naturali, soprannaturali, fatti storici, economici, linguistici | in contrapposizione, esplicita o meno, con parole, idee o discorsi: vogliamo fatti, non parole, è ora di passare ai fatti | fatto sta che, il fatto è che, per introdurre o concludere sintetizzando l’esposizione dell’argomento toccato: non so cosa sia successo, il fatto è che non mi ha più scritto, fatto sta che alla fine siamo partiti
2. CO vicenda rappresentata in un romanzo, in un film e sim.: il fatto si svolge in una grande metropoli
3. FO spec. al pl., questione personale, affare privato: questi sono fatti che non ti riguardano, è uno che si impiccia dei fatti altrui | fam., farsi i fatti propri, occuparsi solo dei propri problemi | fatti miei!, fatti nostri!, per invitare bruscamente qcn. a non occuparsi di cose che non lo riguardano | fatti tuoi!, fatti vostri!, per invitare bruscamente qcn. a risolvere da solo un problema | fam., fatti i fatti tuoi, fatevi i fatti vostri, per invitare minacciosamente qcn. a non interessarsi di cose che non lo riguardano | andare per i fatti propri, andarsene | fare il fatto proprio, il proprio utile | per introdurre una domanda che potrebbe sembrare indiscreta: non per sapere i fatti tuoi, ma quanto vale la tua casa?
4. CO al pl., vicende illustri, imprese, gesta: i fatti di Alessandro Magno
5. TS dir. avvenimento cui l’ordinamento giuridico attribuisce rilevanza, ricollegandogli determinati effetti giuridici | TS dir.civ. evento che determina la nascita, la modificazione o l’estinzione di un rapporto giuridico | TS dir.pen. insieme degli elementi oggettivi di un reato: è stato assolto per non aver commesso il fatto

Polirematiche

a parte il fatto che
loc.cong.
CO
con riferimento a qcs. a cui si evita di dare particolare peso perché in correlazione con qcs. di più rilevante: a parte il fatto che è stato consegnato in ritardo, il lavoro comunque non va bene
alla prova dei fatti
loc.avv.
CO
al momento della verifica: alla prova dei fatti hai avuto ragione tu
associazione di fatto
loc.s.f.
TS dir.
=> associazione non registrata
avere il fatto proprio
loc.v.
CO
avere quel che ci si merita
così fatto
loc.agg.
var. => cosiffatto
crisi di fatto
loc.s.f.
TS polit.
situazione in cui il governo è in minoranza ma non si è ancora formalmente dimesso
dato di fatto
loc.s.m.
CO
elemento certo, inconfutabile, basato sull’osservazione della realtà: la crisi è ormai un dato di fatto, che tu sia sempre in ritardo è un dato di fatto
di fatto
loc.agg.inv.
loc.avv. CO
1. loc.agg.inv., sostanziale, effettivo: una decisione di fatto, un provvedimento di fatto
2. loc.agg.inv., di unione che pur non essendo sancita dal matrimonio viene riconosciuta dalla legge in base al criterio della convivenza non transitoria
3. loc.avv., in realtà, in sostanza: di fatto era molto stanco
dire il fatto proprio
loc.v.
CO
d. apertamente a qcn. ciò che si merita, criticarlo senza mezzi termini: stavolta gli ho detto il fatto suo!
errore di fatto
loc.s.m.
TS dir.
conoscenza sbagliata della realtà materiale
famiglia di fatto
loc.s.f.
TS sociol.
nucleo costituito da una coppia di persone che convivono more uxorio senza essere sposati
fare i fatti
loc.v.
CO
agire concretamente ed efficacemente: è uno che non parla ma fa i fatti
fatto a mano
loc.v.
CO
manufatto
fatto compiuto
loc.s.m.
CO
evento, avvenimento che si è già verificato e non può essere mutato o evitato, al quale non si può reagire: mettere qcn. davanti al fatto compiuto, trovarsi di fronte al fatto compiuto
fatto concomitante
loc.s.m.
TS dir.
elemento che concorre a stabilire una prova
fatto d’armi
loc.s.m.
CO
combattimento, scontro armato
fatto di cronaca
loc.s.m.
CO
avvenimento di interesse pubblico di cui si occupa la cronaca di un giornale
fatto di sangue
loc.s.m.
CO
ferimento o assassinio
fatto fuori
loc.v.
CO
ucciso
fatto notorio
loc.s.m.
TS dir.
nel diritto intermedio: avvenimento che, per essere conosciuto da una comunità o dal giudice, non aveva bisogno di essere provato in giudizio, ma ammetteva l’emanazione immediata della sentenza
fatto personale
loc.s.m.
TS dir.
spec. in assemblee, organi collegiali e sim., questione personale che si deve chiarire e controbattere per difendersi da accuse, giudizi, e sim.
giudizio di fatto
loc.s.m.
TS filos.
g. che si limita a riconoscere come reale una situazione o un evento, senza darne valutazioni
governo di fatto
loc.s.m.
TS polit.
g. dotato di oggettivi poteri, ma formato non secondo le disposizioni costituzionali
gran fatto
loc.avv.
var. => granfatto
in fatto di
loc.prep.
CO
in quanto a, per quanto riguarda: in fatto di quadri sono un esperto
niente di fatto
loc.s.m.
CO
nulla di fatto
per il fatto che
loc.cong.
CO
poiché, siccome: per il fatto che piove non posso uscire
precedenza di fatto
loc.s.f.
TS viabil.
p. dovuta a un veicolo o a un pedone che ha precedentemente impegnato la sede stradale.
qualificazione dei fatti
loc.s.f.
TS dir.intern.
accertamento preliminare della categoria giuridica alla quale va ricondotto un fatto per determinare la relativa norma regolatrice
questione di fatto
loc.s.f.
TS dir.
argomento inerente all’accertamento dei fatti che non costituiscono una norma giuridica
salario di fatto
loc.s.m.
TS econ.
s. che il lavoratore percepisce effettivamente, al netto delle tasse e dei contributi
sapere il fatto proprio
loc.v.
CO
essere sicuri di sé, in grado di cavarsela: stai tranquillo, è una ragazza che sa il fatto suo; essere competenti, esperti nel proprio campo: un avvocato che sa il fatto suo
separazione di fatto
loc.s.f.
TS dir.
s. attuata dai coniugi senza richiedere l’intervento del tribunale
sicuro del fatto proprio
loc.agg.
CO
che agisce sapendo ciò che vuole: ha avuto successo perché è sicuro del fatto proprio.
società di fatto
loc.s.f.inv.
TS dir.
s. non costituita secondo le formalità previste dalla legge, ma determinata dal comportamento dei soci (abbr. S.d.f.)
stante il fatto che
loc.cong.
CO
poiché, per il fatto che: stante il fatto che non puoi farlo tu, lo farò io.
stato di fatto
loc.s.m.
CO
situazione, condizione che è indiscutibilmente tale
sul fatto
loc.avv.
CO
nell’atto di compiere un’azione, spec. riprovevole: cogliere, sorprendere qcn. sul fatto
travisamento dei fatti
loc.s.m.
TS dir.
vizio di una sentenza o di un atto amministrativo fondati su una situazione di fatto non rispondente alla realtà.
universalità di fatto
loc.s.f.inv.
TS dir.
insieme di cose di proprietà della stessa persona, non fisicamente congiunte tra loro, ma caratterizzate dall’avere un’unica destinazione, come nel caso di una collezione, di una biblioteca e sim.
venire ai fatti
loc.v.
CO
affrontare concretamente una questione, giungere al nocciolo di un problema: con te non si riesce mai a venire ai fatti
venire al fatto
loc.v.
CO
venire ai fatti
verità di fatto
loc.s.f.inv.
TS filos.
v. che deve essere accertata mediante l’esperienza
vie di fatto
loc.s.f.pl.
CO
azione violenta, ricorso alla forza: passare alle vie di fatto
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità