ultimo

ùl|ti|mo
agg., s.m.
av. 1321; dal lat. ŭltĭmu(m), superl. di ulter “che si trova al di là”, v. anche oltre.

FO
1. agg., che in una serie, in una progressione, ecc., viene alla fine, dopo tutti gli altri, all’estremo: l’ultima lettera dell’alfabeto, l’ultimo giorno dell’anno, del mese, della settimana, l’ultima fila di poltrone, l’indice è nell’ultima pagina, arrivare ultimo, per ultimo | le ultime volontà, le volontà testamentarie | in correlazione con primo per indicare l’unicità di un atto, di un comportamento e sim.: è la prima e l’ultima volta che te lo dico | quest’ultimo, per indicare una persona o una cosa appena nominata, evitando una ripetizione: ho visto le mostre di Picasso e di Dalì e quest’ultima mi è piaciuta molto
2. agg., estens., ulteriore: devi fare solo un ultimo sforzo, un’ultima possibilità, c’è ancora un’ultima speranza | definitivo: questa è la mia ultima proposta
3. agg., che è il più recente: l’ultima guerra mondiale, le ultime notizie, queste sono le ultime novità, alla luce degli ultimi avvenimenti
4. agg., che è il più lontano nel tempo: fino alle ultime generazioni
5. agg., che costituisce la parte più remota, il termine di qcs.; che è il più lontano nello spazio: questa siepe, che da tanta parte | dell’ultimo orizzonte il guardo esclude (Leopardi)
6a. agg., fig., di qcs., che, per la scarsa importanza, è o può essere posposto ad altro o completamente trascurato: per lui lo studio è l’ultimo pensiero, l’ultima preoccupazione | di qcn., che vale meno degli altri, che è inferiore agli altri: l’ultimo avvocato della città
6b. agg., fig., che è il più improbabile, il più remoto, il più lontano da ogni previsione: è l’ultima cosa che avrei fatto al posto tuo, sei l’ultima persona che avrei pensato di incontrare
7a. agg., fig., massimo, sommo in una scala di valori: le ultime vette della poesia, dell’ingegno
7b. agg., estens., che raggiunge il limite estremo: le ultime conseguenze
8. agg., fondamentale, principale: l’essenza ultima delle cose, la ragione ultima delle mie scelte, Dio è l’ultima causa del mondo
9. s.m., persona o cosa che, in una successione, viene dopo tutti gli altri o è inferiore, meno importante degli altri: l’ultimo della classifica, dell’elenco, della serie, sei sempre l’ultimo | l’ultimo della classe, l’allievo che ha il peggior profitto | l’ultimo del mese, il giorno che conclude il mese; l’ultimo dell’anno, il 31 dicembre

Polirematiche

arrivare con l’ultimo treno
loc.v. CO
capire, arrivarci in ritardo
giocare l’ultima carta
loc.v. CO
sfruttare l’ultima possibilità, tentare il tutto per tutto
esalare l’ultimo respiro
loc.v. CO
morire.
fine ultimo
loc.s.m. BU
vero scopo che si intende raggiungere | per anton., Dio
fino all’ultima goccia
loc.avv. CO
completamente, del tutto, spec. con riferimento a liquidi bevuti o consumati: bere, tracannare fino all'ultima goccia
fino all’ultimo
loc.avv. CO
f. all’ultimo momento, f. in fondo: resistere fino all’ultimo
fino all’ultimo respiro
loc.avv. CO
fino alla morte o fin tanto che reggano le forze: lottare fino all'ultimo respiro
ridursi all’ultimo
loc.v. CO
aspettare fino all’ultimo momento per fare qcs.
senatoconsulto ultimo
loc.s.m. TS stor.
in Roma antica, atto con cui il senato, in situazioni di emergenza, autorizzava i magistrati ad adottare misure eccezionali.
sparare l’ultima cartuccia
loc.v. CO
fare l’ultimo tentativo
all’ultima moda
loc.avv.
loc.agg.inv. CO loc.avv., secondo i dettami della moda più recente: vestirsi all’ultima moda | loc.agg.inv., che segue i canoni, le tendenze della moda più recente, molto moderno: essere all’ultima moda, un paio di scarpe all’ultima moda
all’ultima ora
loc.avv. CO
sul finire del tempo stabilito, del tempo utile: ha consegnato i documenti all’ultima ora
all’ultimo
loc.avv. CO
all’ultimo momento: sono arrivato all’ultimo
all’ultimo grido
loc.avv.
loc.agg.inv. CO all’ultima moda
all’ultimo momento
loc.avv. CO
allo scadere del tempo disponibile o stabilito: arrivi sempre all’ultimo momento, lo spettacolo è stato sospeso all’ultimo momento
dell’ultima ora
loc.agg.inv. CO
di notizia, recentissima
di ultimo ordine
loc.agg.inv. CO
di qualità scadente: albergo di ultimo ordine
in ultima analisi
loc.avv. CO
in conclusione, in definitiva: in ultima analisi aggiungerei questa argomentazione
in ultima istanza
loc.avv. CO
in ultima analisi
le ultime parole famose
loc.s.f.pl. CO
scherz., per indicare affermazioni che vengono del tutto smentite dai fatti
l’ultima parola
loc.s.f. CO
la parola decisiva, decisione finale e definitiva: vuole sempre avere l’ultima parola; non è ancora detta l’ultima parola, per indicare che la situazione può ancora cambiare
all’ultimo sangue
loc.avv.
loc.agg.inv. CO loc.avv., in modo accanito, fino allo stremo delle forze: battersi all’ultimo sangue | loc.agg.inv., accanito, strenuo: una lotta, un combattimento all’ultimo sangue
all’ultimo stadio
loc.agg.inv. CO
di malato o malattia, giudicato inguaribile | fig., che si trova in uno stato di crisi gravissima
da, in, per ultimo
loc.avv. CO
in conclusione, alla fine: da ultimo vi dirò questo, in ultimo decideremo sul da farsi
l’ultima ruota del carro
loc.s.f. CO
la persona meno importante di un gruppo, la più trascurabile: mi considerate sempre l'ultima ruota del carro
l’ultimo arrivato
loc.s.m. CO
la persona meno importante, meno capace, ecc.: non sono certo l’ultimo arrivato qui!
l’ultimo grido
loc.s.m. CO
la tendenza più recente della moda, più in voga
l’ultimo venuto
loc.s.m. CO
l’ultimo arrivato
ultima cena
loc.s.f.
1. CO TS relig. cena che, secondo il racconto dei Vangeli, Gesù fece con gli Apostoli prima della Passione e durante la quale istituì l’Eucarestia2. TS arte spec. con iniz. maiusc., rappresentazione pittorica di tale avvenimento: l’Ultima Cena di Leonardo
ultima istanza
loc.s.f. TS dir.
estremo grado di un processo
ultima ora
loc.s.f. CO
il momento conclusivo della vita, il momento della morte: per me è arrivata l’ultima ora
ultima sera
loc.s.f. LE
morte: questi non vide mai l’ultima sera (Dante), di dì in dì spero omai l’ultima sera (Petrarca)
ultima spiaggia
loc.s.f. CO
ultima possibilità, occasione per risolvere una situazione critica: questo lavoro per me è l’ultima spiaggia
ultima Tule
loc.s.f. CO
luogo lontano, irraggiungibile, ai confini del mondo | estens., ultima spiaggia
ultimo prezzo
loc.s.m. CO
in una trattativa, prezzo al di sotto del quale non si è disposti a scendere
ultimo supplizio
loc.s.m. BU
pena di morte.
termine ultimo
loc.s.m. TS dir.
limite di tempo entro il quale si esaurisce un effetto giuridico e sim.
dare l’ultima mano
loc.v. CO
terminare un lavoro, rifinendo gli ultimi dettagli: devo dare l’ultima mano alla tesi di laurea
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità