accento

ac|cèn|to
s.m.
av. 1321 nell'accez. 5; dal lat. accĕntu(m) “intonazione”, acc. di accentus, -us, comp. di ad- “a, verso” e cantus “canto, canzone”, cfr. gr. prosōidía.

AU
1. AD TS ling. nella realizzazione fonetica di una parola, messa in rilievo di una sillaba o con rafforzamento dell’intensità della voce (accento intensivo), o con aumento dell’altezza della voce (accento musicale): dove cade l’accento in "salubre"?
2. AD nella scrittura, segno grafico posto sopra una lettera che indica tale messa in rilievo
3. AD modo di pronunciare le parole, cadenza: avere un accento dialettale, parlare con forte accento straniero; accento nasale
4. AD tono, inflessione della voce che rivela uno stato d’animo: accento triste, umile, vivace, accento di scusa, di preghiera
5. LE parola: questi estremi accenti | non proferì senza arrossarsi in viso (Tasso)
6. TS mus. intensificazione di una o più note per ottenere un particolare effetto ritmico o espressivo

Polirematiche

accento acuto
loc.s.m.
TS ling.
nella scrittura, a. rappresentato con il segno ´ che, nell’ortografia italiana, indica la pronuncia chiusa delle vocali e ed o
accento ascendente
loc.s.m.
TS ling.
nella realizzazione fonetica, a. con la maggiore intensità o altezza (nelle lingue con accento musicale) sul secondo elemento del dittongo
accento circonflesso
loc.s.m.
TS ling.
nella scrittura, a. rappresentato con i segni ~ o ^ usato, a seconda dei sistemi ortografici delle varie lingue, per indicare contrazioni di suoni, per distinguere forme omografe, ecc.
accento cromatico
loc.s.m.
TS ling.
=> accento musicale
accento d’altezza
loc.s.m.
TS ling.
=> accento musicale
accento dinamico
loc.s.m.
TS ling.
=> accento intensivo
accento d’intensità
loc.s.m.
TS ling.
=> accento intensivo
accento discendente
loc.s.m.
TS ling.
nella realizzazione fonetica, a. con la maggiore intensità o altezza (nelle lingue con accento musicale) sul primo elemento del dittongo
accento espiratorio
loc.s.m.
TS ling.
=> accento intensivo
accento fisso
loc.s.m.
TS ling.
a. che cade nelle parole di una lingua su una data sillaba, per es. sull’ultima nel francese
accento fonico
loc.s.m.
TS ling.
nella pronuncia, messa in rilievo di una sillaba con aumento di intensità o di altezza | con riferimento all’ortografia italiana, a. usato all’occorrenza per indicare il timbro aperto o chiuso delle vocali e ed o toniche
accento grafico
loc.s.m.
TS ling.
segno dell’accento nella scrittura
accento grave
loc.s.m.
TS ling.
nella scrittura, a. rappresentato con il segno ` che, nell’ortografia italiana, indica la pronuncia aperta di una vocale
accento intensivo
loc.s.m.
TS ling.
a. caratterizzato da un aumento dell’intensità della voce
accento libero
loc.s.m.
TS ling.
nella realizzazione fonetica, a. che può cadere su tutte le sillabe di una stessa parola (come nel giapponese) o su alcune date sillabe (come nell’italiano)
accento metrico
loc.s.m.
TS metr.
a. che cade su determinate sillabe di un verso
accento musicale
loc.s.m.
TS ling.
nella realizzazione fonetica, a. caratterizzato da un aumento dell’altezza della voce
accento principale
loc.s.m.
TS ling.
=> accento
accento prosodico
loc.s.m.
TS ling.
in greco e in latino, accento regolato dalla quantità delle sillabe
accento ritmico
loc.s.m.
TS metr.
=> accento metrico
accento secondario
loc.s.m.
TS ling.
nella realizzazione fonetica, a. meno forte che può accompagnare l’accento principale in parole con più sillabe
accento sintattico
loc.s.m.
TS ling.
la particolare intensità espressiva con cui, a volte, viene pronunciata una certa parte di una frase
accento tonico
loc.s.m.
TS ling.
=> accento.
mettere l’accento
loc.v.
CO
far risaltare, sottolineare: mettere l’accento sugli aspetti negativi
porre l’accento
loc.v.
CO
mettere l’accento
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità