acume

a||me
s.m.
1317-21 nell'accez. 2; dal lat. acūme(n), cfr. acuĕre “acuire”.


1. LE estremità, punta: il sangue onde imperlavasi l’acume | d’ogni fusto (D’Annunzio)
2. LE intensità di un sentimento o di una sensazione: m’accesero un disio | mai non sentito di cotanto acume (Dante)
3. CO perspicacia, intelligenza: l’acume delle sue critiche, persona di grande acume
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità