adiaforo

a|di|à|fo|ro
agg.
1821; dal gr. adiáphoros, comp. di a- con valore privat. diáphoros “differente”.


1. TS filos. nella filosofia cinica e stoica, di ciò che non è né buono né cattivo, né desiderabile né indesiderabile
2. TS teol. di istituto o comportamento, non comprovato né condannato dall’autorità dei testi sacri della tradizione cristiana
3. TS filol. nella critica testuale, relativo a lezioni o varianti di pari autorità
4. TS med. inerte, che non reagisce agli stimoli
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità