alfabeto

al|fa||to
s.m.
av. 1348; dal lat. tardo alphabētu(m), dal gr. tardo alphábētos, comp. di álpha “1alfa” e bêta “1beta”.


AD
1. serie di segni grafici che per convenzione sono usati per rappresentare in forma scritta le parole e i suoni di una lingua: alfabeto latino, arabo, ebraico, cirillico
2. fig., i primi rudimenti di una scienza: questo è l’alfabeto della matematica

Polirematiche

alfabeto fonetico
loc.s.m.
TS ling.
sistema di simboli grafici corrispondenti convenzionalmente a singoli tipi di suoni o, con gli adattamenti specifici per ciascuna lingua, fonemi
alfabeto fonetico internazionale
loc.s.m.
TS ling.
sistema di trascrizione fonetica riconosciuto in ambito scientifico e didattico a livello internazionale
alfabeto Morse
loc.s.m.
TS telecom.
particolare codice impiegato nella telegrafia e nelle comunicazioni luminose o acustiche a breve distanza, basato sulla combinazione di segni brevi e lunghi
alfabeto muto
loc.s.m.
CO
sistema di trasposizione di lettere e suoni in gesti, usato spec. giocosamente da bambini o per integrare il linguaggio dei segni dei sordomuti
alfabeto telegrafico
loc.s.m.
TS telecom.
nella trasmissione con telegrafo, codice basato sulla corrispondenza tra combinazioni di impulsi di corrente e lettere dell’alfabeto.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità