allomorfo

al|lo|mòr|fo
agg., s.m.
1969; dal gr. allómorphos, comp. di allo- “allo-” e -morphos “-morfo”.


1. agg. TS chim. di sostanza avente uguale composizione chimica, ma diversa struttura cristallina rispetto a un’altra
2a. s.m. TS ling. => variante morfologica
2b. s.m. TS ling. estens., variante di un morfema, anche non condizionata; anche agg.: variante allomorfa
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità