altro

àl|tro
agg.indef., pron.indef.m., avv.
av. 1294; lat. altĕru(m), cfr. alius “diverso”.


FO
I. agg.indef.
I 1. diverso, differente da persona o cosa già indicata: voltati dall’altra parte; erano altri tempi; è arrivato con un’altra amica
I 2. preceduto dall’art.det., restante, rimanente: gli altri amici erano già in vacanza
I 3. in correlazione con uno indica persona o cosa diversa dalla prima o il secondo elemento di una coppia: l’una e l’altra volta; l’uno o l’altro fratello
I 4. nuovo, seguente, ulteriore rispetto al primo, al precedente: prendi un’altra tazza di caffè; dammi un altro vestito | secondo: è stata un’altra madre per loro | nuovo: un altro Napoleone
I 5. in determinazioni temporali: scorso, precedente, anteriore: l’altro giorno, l’altra settimana | prossimo, venturo: quest’altro anno; domani l’altro, dopodomani; da un momento all’altro, prossimamente
I 6. unito ad agg. e pron.pers. e indefinito come rafforzativo: chiunque altro, noi altri, voi altri
I 7. CO come apposizione, posposto al sostantivo: alternativo: arte altra, cultura altra II. pron.indef.m.
II 1. FO persona o cosa diversa: un altro si sarebbe comportato diversamente, non voglio questo libro ma l’altro | fig., essere, diventare un altro, essere, sembrare diverso, mutato | una cosa come un’altra, una cosa qualsiasi, senza importanza | in correlazione con uno, alcuno: in un modo o nell’altro; alcuni partirono, altri rimasero in città
II 2. FO solo sing., altra cosa, cosa diversa: non ho altro da aggiungere, non fa altro che dormire, una cosa è imparare da soli, altro è avere un buon maestro | ci vuol ben altro per farmi cambiare idea!, occorre ben di più | come rafforzativo, stupido che non sei altro!
II 3. FO al pl., la gente, il prossimo: non ascoltare quello che dicono gli altri
II 4. FO solo sing., con valore partitivo, ancora: prendine dell’altro III. avv. LE ancora, oltre: senza star altro a lambiccarsi il cervello (Manzoni)

Polirematiche

altro che
loc.avv.
var. => altroché
andare all’altro mondo
loc.v.
CO
morire
capire una cosa per un’altra
loc.v.
CO
intendere le cose al contrario, fraintendere.
da un giorno all’altro
loc.avv.
CO
improvvisamente: cambiare idea da un giorno all'altro, potrebbe succedere da un giorno all'altro
da un minuto all’altro
loc.avv.
CO
1. fra breve, tra poco: deve arrivare da un minuto all'altro
2. all'improvviso, improvvisamente: ha cambiato idea da un minuto all'altro
da un momento all’altro
loc.avv.
CO
1. fra breve, tra poco: può comparire da un momento all'altro
2. all'improvviso, improvvisamente: cambiare idea da un momento all'altro
dall’altra parte
loc.avv., loc.agg.inv.
CO
di là
dall’altra parte della barricata
loc.avv.
CO
nello schieramento, anche ideologico, opposto: essere, trovarsi dall'altra parte della barricata
d’altra parte
loc.avv.
CO
del resto, sotto un altro punto di vista
d’altro canto
loc.avv.
CO
d’altra parte
d’altro lato
loc.avv.
CO
d’altra parte
dell’altro mondo
loc.agg.inv.
CO
incredibile, straordinario: cose dell’altro mondo
dell’altro secolo
loc.agg.inv.
CO
superato, fuori moda: roba dell’altro secolo
dire una cosa per un’altra
loc.v.
CO
dare una risposta erronea, spec. per un lapsus | fingere.
doman l’altro
loc.avv.
BU
dopodomani.
entrare da un orecchio e uscire dall’altro
loc.v.
CO
essere immediatamente dimenticato, non rimanere impresso nella memoria perché ritenuto di poco conto
finire all’altro mondo
loc.v.
CO
colloq., andare all’altro mondo
ieri l’altro
loc.avv.
CO
l’altro ieri
in altre parole
loc.avv.
CO
esprimendosi in modo diverso
in un modo o in un altro
loc.avv.
CO
in qualche modo
l’altra faccia della luna
loc.s.f.
CO
l'aspetto nascosto, problematico e sim. di un problema
l’altra faccia della medaglia
loc.s.f.
CO
l'aspetto, il lato opposto di una situazione, di un problema: considerare l'altra faccia della medaglia
l’altra vita
loc.s.f.
CO
la vita eterna, l’aldilà
l’altro giorno
loc.avv.
CO
l’altro ieri
l’altro ieri
loc.avv.
CO
il giorno prima di ieri, due giorni fa: gli ho scritto una lettera l’altro ieri; l’altro ieri ho festeggiato il mio compleanno
l’altro mondo
loc.s.m.
CO
l’aldilà, l’oltretomba
l’un l’altro
loc.avv.
CO
reciprocamente: amarsi, aiutarsi l’un l’altro
l’uno e l’altro
loc.agg.
CO
entrambi, tutti e due: hanno premiato l'uno e l'altro studente; anche loc.pron.: sono venuti l'uno e l'altro
mandare all’altro mondo
loc.v.
CO
mandare al Creatore
noi altri
loc.pron.
var. => noialtri.
per altro
loc.avv.
var. => peraltro
più che altro
loc.avv.
CO
soprattutto: più che altro ho bisogno di riposo
porgere l’altra guancia
loc.v.
CO
sopportare affronti, offese, ingiurie, ecc. senza reagire, secondo l’insegnamento del Vangelo
senz’altro
loc.avv.
CO
certamente, sicuramente: verrò senz’altro
spedire all’altro mondo
loc.v.
CO
mandare al Creatore
tal altro
loc.pron.
var. => talaltro
tra l’altro
loc.avv.
CO
per di più, inoltre
tra le altre cose
loc.avv.
CO
tra l'altro
tutt’altro
loc.agg.
loc.pron., loc.avv. CO loc.agg., completamente diverso: essere di tutt’altro parere | loc.pron., tutta un’altra cosa, tutta un’altra faccenda: la teoria è una cosa, la pratica è tutt’altro | loc.avv., in formule di cortesia, al contrario, anzi:
tutt’altro che
loc.avv.
CO
preposto a un aggettivo, indica il suo contrario: tutt’altro che brutto, tutt’altro che magro
un altro paio di maniche
loc.s.m.
CO
una cosa ben diversa: parlarne è facile, farlo è un altro paio di maniche.
un giorno o l’altro
loc.avv.
CO
un imprecisato giorno futuro: dovrà pur succedere un giorno o l'altro.
una volta o l’altra
loc.avv.
CO
prima o poi: una volta o l'altra ci vedremo
voi altri
loc.pron.
var. => voialtri.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità