anafora

a||fo|ra
s.f.
1575; dal lat. anaphŏra(m), dal gr. anaphorá “ripetizione”, der. di anaphérō “ripeto”.


1. TS ret. figura retorica che consiste nella ripetizione di una parola o di un gruppo di parole all’inizio di proposizioni o versi successivi
2. TS gramm. il riferirsi di una parola, solitamente un pronome, a una o più parole precedenti
3. TS lit. il pane offerto nella celebrazione eucaristica; estens., nelle chiese orientali: la parte principale della messa, corrispondente al canone nella liturgia latina
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità