ancoraggio

an|co|ràg|gio
s.m.
1488;


1. CO l’ancorare, l’ancorarsi e il loro risultato | luogo in cui si getta l’ancora; specchio d’acqua particolarmente adatto per ancorarsi, perché riparato dal vento e dotato di un fondo adatto alla presa dell’ancora
2a. TS tecn. il fissare al suolo una struttura fortemente sollecitata | l’insieme dei dispositivi per fissare saldamente al suolo una struttura sottoposta a forti sollecitazioni: l’ancoraggio di un palo telefonico, di un ponte sospeso, l’ancoraggio di una macchina utensile
2b. TS ing. nella pavimentazione stradale, barretta d’acciaio per collegare le lastre di calcestruzzo
3. TS sport nelle ascensioni alpinistiche, assicurazione con la corda per soste prolungate
4a. TS chir. intervento chirurgico di fissazione di un organo eccessivamente mobile
4b. TS med. in odontoiatria, la radice o corona dentaria su cui si fissa una protesi

Polirematiche

all’ancoraggio
loc.avv.
TS mar.
ancorato, sugli ormeggi: le navi erano tutte all’ancoraggio
punto di ancoraggio
loc.s.m.
TS elettr.
terminale isolato al quale sono collegati due o più fili elettrici
tassa d’ancoraggio
loc.s.f.
TS mar.
t. pagata da una nave all’autorità del porto in cui getta l’ancora
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità