1animale

a|ni||le
s.m.
2ª metà XIII sec; lat. animal, -ālis s.nt., der. di anima “anima”.


1a. FO ogni organismo vivente dotato di sensi e movimento: zona desertica in cui non vivono né animali né piante
1b. TS zool. organismo del regno degli Animali dotato di vita, di moto e di sensi, che non è in grado di formare sostanze organiche a partire da quelle inorganiche e deve quindi nutrirsi di vegetali o di altri animali | pl. con iniz. maiusc., nelle attuali classificazioni, una delle sei maggiori categorie tassonomiche in cui sono suddivisi gli esseri viventi e i minerali
2. FO nell’uso corrente, bestia: animale domestico, selvatico, da cortile, animale da macello, amare gli animali, animali in via di estinzione; mangiare, ingozzarsi come un animale, voracemente e in modo disgustoso; essere sporco, puzzare come un animale, moltissimo, in modo schifoso
3. FO fig., persona volgare, ignorante, stupida: i teppisti sono dei veri animali; usato anche come epiteto offensivo: vattene, animale!
4. CO persona che ha un’istintiva e spiccata attitudine a una particolare attività: animale politico, da palcoscenico

Polirematiche

animale a sangue caldo
loc.s.m.
TS zool.
a. omeotermo, caratterizzato cioè da temperatura corporea costante indipendentemente dalla temperatura esterna
animale a sangue freddo
loc.s.m.
TS zool.
a. eterotermo, caratterizzato cioè da temperatura corporea variabile in relazione alla temperatura esterna
animale artificiale
loc.s.m.
TS scient.
sistema di elementi meccanici ed elettronici che simulano il comportamento animale
animale da compagnia
loc.s.m.
CO
a. domestico, spec. cane o gatto, adatto alla compagnia dell’uomo
animale di bassacorte
loc.s.m.
CO
ciascuno dei piccoli animali da cortile, come polli, conigli, anatre e sim.
animale inferiore
loc.s.m.
TS zool.
ciascuno degli animali che, secondo una denominazione non sistematica, appartengono ai Protozoi, Celenterati, Poriferi e Platelminti
animale ragionevole
loc.s.m.
CO
per anton., l’uomo
animale superiore
loc.s.m.
TS zool.
ciascuno degli animali che, secondo una denominazione non sistematica, appartengono ai Vertebrati.
maltrattamenti di animali
loc.s.m.
TS dir.
reato consistente nel comportamento di chi compie atti di crudeltà verso animali o senza necessità li sottopone a eccessive fatiche o a torture o li adopera in spettacoli pubblici che comportino sevizie
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità