applicazione

ap|pli|ca|zió|ne
s.f.
1304-08 nell'accez. 3; dal lat. applicatiōne(m), v. anche applicare.


AU
1. l’applicare e il suo risultato: l’applicazione di un cerotto, di un unguento; l’applicazione di un’etichetta | attuazione, esecuzione: l’applicazione di una norma, di una sanzione
2. decorazione di vari materiali applicata spec. su stoffe: una camicetta con applicazioni di pizzo
3. concentrazione e impegno costante nello svolgere un’attività: applicazione nel lavoro, nello studio, la sua preparazione rivela costante applicazione
4. TS mat. => corrispondenza univoca | => trasformazione
5. TS inform. insieme di uno o più programmi dedicati alla risoluzione di compiti particolari

Polirematiche

analista di applicazioni
loc.s.m. e f.
TS inform.
chi determina i passi per lo sviluppo di un dato problema per mezzo del computer
applicazione biiettiva
loc.s.f.
TS mat.
=> corrispondenza biunivoca
applicazione identica
loc.s.f.
TS mat.
=> identità
applicazione iniettiva
loc.s.f.
TS mat.
=> iniezione
applicazione suriettiva
loc.s.f
TS mat.
=> suriezione
applicazioni tecniche
loc.s.f.pl.
CO
materia d’insegnamento, oggi sostituita dall’educazione tecnica, indirizzata alle attività manuali.
satellite per applicazione
loc.s.m.
TS astronaut.
s. geostazionario usato per comunicazioni telefoniche nazionali e internazionali, collegamenti telex e televisivi, per la navigazione marittima e per il servizio meteorologico
scuola di applicazione
loc.s.f.
TS milit.
s. che completa la formazione degli ufficiali promossi dall’Accademia
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità