arridere

ar||de|re
v.intr., v.tr.
1317-21; lat. arrīdēre, con cambio di coniug., v. anche ridere.


1. v.intr. (avere) CO mostrarsi favorevole, propizio: la fortuna mi arride | OB sorridere con benevolenza
2. v.intr. (avere) LE piacere, essere gradito: già non arride | spettacol molle ai disperati affetti (Leopardi)
3. v.tr. LE rivolgere benevolmente: io mi volsi a Beatrice, e quella udio | pria ch’io parlassi, e arrisemi un cenno (Dante)
4. v.tr. LE rendere gaio, piacevole: arride i fortunati clivi | perenne aprile e l’aure molli odora (Carducci)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.