arsiccio

ar|sìc|cio
agg., s.m.
1313-19; dal lat. mediev. arsīcĭu(m), v. anche arso.


LE
1a. agg., bruciacchiato
1b. agg., estens., secco, inaridito | scottante: non metti | ancor gli piedi nell’arena arsiccia (Dante) | scurito: non dovrebbe la carne aver più arsiccia (Ariosto)
2. s.m. CO cosa bruciacchiata: sapere d’arsiccio, mandare odore di roba bruciata
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.