articolo

ar||co|lo
s.m.
av. 1294; dal lat. artĭcŭlu(m), dim. di artus, -us “articolazione, arto, membro”, cfr. gr. árthron; nell’accez. 4 cfr. ingl. article; nell’accez. 5 cfr. fr. article.


1. FO parte variabile del discorso che precede il sostantivo e si accorda con esso per genere e numero
2. CO ciascuna delle suddivisioni di un regolamento, di una legge, di un contratto e sim.: l’articolo 22 del codice civile (abbr. art.) | TS comm. voce di un bilancio, di una fattura commerciale
3. BU argomento, principio fondamentale di una dottrina, di una religione
4. FO scritto di giornale, rivista e sim. su un determinato argomento: articolo di attualità, di economia, di sport
5. CO tipo di oggetto in commercio: articoli sportivi | scherz., di qcn.: essere un bell’articolo, essere un bel tipo
6. TS ling. voce di un dizionario, di un’enciclopedia
7. OB momento, circostanza; in articolo di morte, in punto di morte
8a. OB TS anat. articolazione, giuntura
8b. TS zool. suddivisione secondaria di un segmento non fornita di muscolatura propria | TS bot. parte di un organo vegetale separata dalle altre per mezzo di una strozzatura

Polirematiche

articolo d’apertura
loc.s.m.
TS giorn.
a. di particolare importanza stampato in prima pagina
articolo definito
loc.s.m.
TS gramm.
non com. => articolo determinativo
articolo determinativo
loc.s.m.
TS gramm.
a. che indica un essere o un oggetto che si presume noto (per es. il cane mi ha morso, pl. i cani mi hanno morso, un cane, dei cani di cui si sa già) o un’intera classe di esseri o oggetti (per es. il cane è un quadrupede, pl. i cani sono quadrupedi)
articolo di centro
loc.s.m.
TS giorn.
a. di particolare rilievo collocato al centro della pagina di un giornale
articolo di costume
loc.s.m.
TS giorn.
a. che descrive, spec. in modo brillante, i tratti salienti e caratteristici di un determinato contesto culturale o sociale
articolo di fede
loc.s.m.
TS relig.
verità di fede, parte essenziale di una dottrina | CO estens., affermazione in cui si crede ciecamente
articolo di fondo
loc.s.m.
TS giorn.
commento ai fatti di maggior attualità scritto dal direttore o da autorevoli collaboratori di un giornale, stampato solitamente in apertura della prima pagina
articolo di spalla
loc.s.m.
TS giorn.
a. collocato in alto a destra nella pagina di un giornale per dargli particolare risalto
articolo di taglio
loc.s.m.
TS giorn.
a. posto nella parte centrale della pagina di un giornale, solitamente su più colonne
articolo indefinito
loc.s.m.
TS gramm.
non com. => articolo indeterminativo
articolo indeterminativo
loc.s.m.
TS gramm.
a. che indica un essere o un oggetto in quanto non ben individuato (per es. mi ha morso un cane, un cane di cui non si conoscono altre determinazioni) o uno dei particolari esseri o oggetti di una classe (per es. un cane non può entrare nel ristorante)
articolo indeterminato
loc.s.m.
TS gramm.
=> articolo indeterminativo
articolo partitivo
loc.s.m.
TS gramm.
forma articolata della preposizione di usata, nell’introduzione del complemento oggetto, in luogo del plurale dell’articolo indeterminativo, inesistente in italiano (per es. ho visto un gatto, una bambina, un uomo, pl. ho visto dei gatti, delle bambine, degli uomini), oppure, davanti a sostantivi non numerabili, ad indicare una piccola quantità (per es. dammi dell’acqua, del pane, dello zucchero)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità