artificio

ar|ti||cio
s.m.
ca. 1274; dal lat. artifĭcĭu(m) “mestiere, abilità”, der. di artifex, v. anche artefice.


CO
1. espediente, accorgimento adottato per ottenere un determinato effetto, per migliorare l’aspetto di qcs., di qcn.: gli artifici del trucco, con un artificio retorico rese efficace il suo discorso | estens., invenzione scaltra, stratagemma, astuzia: grazie al suo artificio l’impresa riuscì
2. ricercatezza eccessiva, artificiosità: parlare, scrivere con artificio | atto, modo di dire, stilema artificioso: gli artifici del suo stile
3. LE maestria, abilità nell’operare, spec. in un’opera d’arte: gli donarono una ricchissima coppa d’oro, nel gambo e nel piè della quale con sottilissimo artificio tutta la troiana ruina era smaltata (Boccaccio)
4. TS milit. dispositivo usato per l’accensione di cariche di lancio delle artiglierie o per segnalazioni notturne

Polirematiche

artificio di calcolo
loc.s.m.
TS mat.
operazione che trasforma una data espressione per facilitare la soluzione di un problema.
bomba d’artificio
loc.s.f.
CO
fuoco d’artificio
fare fuochi d’artificio
loc.v.
CO
fare faville
fuoco d’artificio
loc.s.m.
CO
spec. al pl., fuoco artificiale
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.