asterisco

a|ste||sco
s.m.
fine XIV sec; dal lat. tardo asterĭscu(m), dal gr. asterískos, dim. di astḗr “1astro, stella”; nell’accez. 4 cfr. lat. scient. Asteriscus.


1a. CO segno a forma di stelletta che indica convenzionalmente il rinvio a una nota, una lacuna o un’omissione volontaria, spec. di nome proprio, e sim.
1b. TS ling. in linguistica storica, preposto a una parola, un suffisso o sim., indica una forma non documentata, ma solo supposta o ricostruita | in linguistica descrittiva, indica una forma non grammaticale | in fonologia, nelle trascrizioni, anche in questo dizionario, preposto o posposto alla forma trascritta indica raddoppiamento dell’eventuale consonante iniziale della forma o iniziale della parola seguente | nel libro dei salmi, indica la pausa della voce a metà di ogni versetto
2. TS giorn. breve articolo facente parte di una serie in cui ciascuno è appunto separato dagli altri da un asterisco
3. TS relig. nella Chiesa orientale, sostegno del velo che protegge il pane consacrato
4. TS bot. erba perenne da giardino roccioso del genere Asterisco | con iniz. maiusc., genere dell’ordine delle Composite
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità