attenzione

at|ten|zió|ne
s.f.
av. 1406; dal lat. attentiōne(m), v. anche attendere.


FO
1. intensa applicazione e concentrazione della mente e dei sensi: ascoltare, guardare, osservare qcs., qcn. con attenzione; lavorare con attenzione, mettere attenzione nel fare qcs. | alla cortese attenzione, formula epistolare, spec. scritta sotto l’indirizzo della ditta o dell’ente destinatario, cui si fa seguire il nome della persona alla quale va recapitato il pacco, la lettera, ecc.
2. spec. al pl., comportamenti, gesti con cui si prevengono desideri o bisogni altrui: coprire qcn. di attenzioni, avere molte attenzioni per qcn.
3. con valore interiettivo, esclamazione per esortare qcn. a essere attento o per segnalare un pericolo: attenzione prego!, attenzione, sta arrivando!, attenzione! è molto rischioso!

Polirematiche

fare attenzione
loc.v.
CO
stare attento: fai attenzione a ciò che ti dico | guardarsi da qcn. o da qcs.: fai attenzione a quel tipo
imporre all’attenzione
loc.v.
CO
far notare, rendere noto: imporre uno scrittore all’attenzione della critica.
imporsi all’attenzione
loc.v.
CO
attirare l’attenzione, farsi notare: imporsi all’attenzione della critica, del pubblico.
prestare attenzione
loc.v.
CO
stare attento
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità