aulico

àu|li|co
agg.
av. 1550; dal lat. aulĭcu(m), dal gr. aulikós, der. di aulḗ “corte”.


1a. CO di linguaggio o stile, elevato, solenne: scrivere, parlare con tono aulico | poeta, scrittore aulico, che scrive con toni elevati e solenni
1b. TS lett. del volgare illustre teorizzato da Dante, che è degno di risuonare in una reggia
2. LE relativo alla corte: O seduti negli aulici scanni, | a che i patti mentite e la pace? (Carducci)
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità