austero

au|stè|ro
agg.
in. XIII sec.; dal lat. austēru(m), dal gr. austērós “aspro, rude”.


CO
1a. estremamente severo con se stesso e rigido nell’osservanza dei doveri: un preside austero, carattere austero
1b. che non concede nulla al piacere e al lusso: stile di vita austero; che non lascia spazio al superfluo e alla frivolezza, sobrio, severo: arredamento austero, la facciata austera di un palazzo
1c. di qcn., grave, solenne: aspetto austero
2. di vino, vigoroso, corposo e anche leggermente amarognolo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità