autore

au||re
s.m.
2ª metà XIII sec; dal lat. auctōre(m) propr. "fondatore, promotore", der. di augēre "accrescere".


FO 
1. chi è causa o origine di qcs.: autore di uno scherzo, di una trovata; autore di un crimine
2. chi ha scritto un testo, dipinto un quadro, composto un’opera musicale, realizzato un film, ecc.: l’autore di un romanzo, di un dipinto, di una sinfonia, di un trattato, di un articolo; è un autore molto amato dal pubblico; autori classici, contemporanei (abbr. a., A.)
3. TS dir. => dante causa


Polirematiche

d’autore
loc.agg.inv.
CO
eseguito o realizzato da un artista noto e di riconosciuto valore: film d’autore, quadro d’a.
diritti d’autore
loc.s.m.pl.
TS dir.
percentuali che si devono all’autore per lo sfruttamento commerciale di una sua opera
fuori l’autore
loc.inter.
CO
in teatro, invito rivolto dagli spettatori all’autore del dramma perché si presenti alla ribalta
nota dell’autore
loc.s.f.
CO
n. apposta dall’autore di un testo per fornire maggiori informazioni o chiarimenti (abbr. N.d.A.)
plurale d’autore
loc.s.m.
TS gramm.
=> plurale di modestia
variante d’autore
loc.s.f.
TS filol.
v. introdotta dall’autore stesso nel testo in seguito a ripensamenti o rielaborazioni, durante la stesura del testo o in successive redazioni
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità