balordo

ba|lór|do
agg., s.m.
av. 1400; etim. incerta, forse dal fr. ant. beslourd, comp. di bes- con valore peggiorativo e lourd “maldestro”.


CO
1a. agg., s.m., tonto, tardo di mente
1b. agg., s.m., estens., che, chi è intontito, istupidito per indisposizione momentanea, stanchezza, emozione improvvisa, ecc.: ho bevuto troppo, mi sento balordo
2a. agg., s.m., che, chi non dà alcun affidamento: una ragazza balorda, sta lontana da quel balordo! | s.m., malvivente, delinquente: frequenta una compagnia di balordi | agg., caratterizzato da rifiuto delle regole civili o da delinquenza: vita, esistenza balorda
2b. agg., di animale, bizzoso: cavallo balordo
2c. agg., di qcs., estremamente incostante e imprevedibile: tempo balordo
3. agg., di qcs., strampalato, senza senso: discorso, ragionamento balordo
4. agg., difficile, problematico: un compito balordo, una situazione balorda
5. agg., malfatto: lavoro balordo
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità