bastardo

ba|stàr|do
agg., s.m.
av. 1306; dal fr. ant. bastard, prob. di orig. germanica.


AU
1a. agg., s.m., spreg., che, chi è nato da un’unione illegittima: figlio bastardo, il bastardo del Re
1b. agg., di animale o pianta: nato dall’incrocio di razze o varietà diverse: cane bastardo | s.m., animale non di razza: il mio cane è un bastardo
1c. agg., di arnese o strumento, che si discosta dalla sua forma o grandezza abituale: lima bastarda
2. agg. CO fig., non puro, corrotto: lingua, parlata bastarda
3. agg., s.m. AU fig., colloq., cattivo, spregevole: il professore agli esami è un gran bastardo, sei proprio un bastardo!
4. s.m. TS pesc. in una tonnara, camera adiacente alla camera della morte

Polirematiche

arma bastarda
loc.s.f.
TS arm.
a. da fuoco a canna molto corta rispetto al calibro
galea bastarda
loc.s.f.
TS st.mar.
g. con la poppa più ampia e le vele più grandi
pagello bastardo
loc.s.m.
TS itt.com.
pesce del genere Pagello (Pagellus acarne) con dorso e fianchi di colore rosa a riflessi argentei e parti inferiori brune
panico bastardo
loc.s.m.
TS bot.com.
pianta del genere Echinochloa (Echinochloa crusgalli)
salsa bastarda
loc.s.f.
TS gastr.
s. a base di burro, farina, uovo e limone, usata spec. per accompagnare legumi e pesci lessati
scrittura bastarda
loc.s.f.
TS paleograf.
tipo di scrittura derivata dalla gotica corsiva con influenza della cancelleresca italiana, in uso in Francia nei secoli XV e XVI
titolo bastardo
loc.s.m.
TS tipogr.
=> occhiello
viola bastarda
loc.s.f.
TS mus.
v. da gamba inventata in Italia alla fine del Cinquecento e caduta in disuso all’inizio dell’Ottocento
zafferano bastardo
loc.s.m.
TS bot.com.
1. => cartamo
2. => colchico autunnale
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità