biglietto

bi|glièt|to
s.m. 
av. 1600; dal fr. billet, masch. dell'ant. billette, der. del lat. bulla "2bolla", v. anche 1bolletta.


FO
1. foglietto o cartoncino su cui è scritto un messaggio: lasciare un biglietto sul tavolo, passare un biglietto al compagno durante un esame; il messaggio stesso: scrivere un biglietto di auguri, di felicitazioni
2a. foglietto o cartoncino stampato che dimostra l’avvenuto pagamento della somma richiesta per poter entrare in locali pubblici, per poter viaggiare su mezzi di trasporto, ecc.: biglietto d’ingresso, biglietto di viaggio, biglietto del cinema, del museo, dell’autobus, biglietto ridotto, intero, pagare il biglietto, ritirare i biglietti all’ingresso del teatro; biglietto numerato, nei cinema, nei teatri e sim., quello in cui è indicato anche il numero del posto a cui si ha diritto
2b. foglietto numerato che dà diritto a partecipare a una lotteria, una riffa e sim.: un biglietto della lotteria di Capodanno
3. banconota: un biglietto da diecimila lire
4. OB TS milit. ordine scritto di un ufficiale superiore | disposizione scritta impartita da un’autorità
5. TS arald. => plinto


Polirematiche

stampigliatura dei biglietti di banca
loc.s.f.
TS fin.
operazione finanziaria che un governo può attuare per risanare la moneta e ridurne la circolazione, consistente nel ritirare tutti i biglietti di banca, restituirne solo una parte contrassegnata con una stampigliatura e dichiarare privi di valore quelli non stampigliati
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità