1bollo

ból|lo
s.m.
1562 nell'accez. 2; der. di bollare.

AD
1a. marchio, per lo più costituito dall’impronta lasciata da un timbro inchiostrato, che attesta la proprietà, la provenienza o l’autenticità di una cosa: mettere, apporre un bollo su un documento
1b. estens., cedola che attesta il pagamento della tassa sulla circolazione di autoveicoli, motoveicoli e natanti: bollo di circolazione, bollo dell’auto
2. timbro che serve a bollare
3. RE sett., fam., francobollo
4. RE sett., fam., ammaccatura: parcheggiando ho fatto un bollo all’auto | livido: le ginocchia di quel bambino sono piene di bolli
5. OB marchio d’infamia

Polirematiche

bollo a secco
loc.s.m.
TS burocr.
impronta in rilievo lasciata da un apposito timbro che ha un disegno inciso
bollo annullatore
loc.s.m.
TS burocr.
quello usato negli uffici postali per l’annullo di plichi, lettere e sim.
bollo postale
loc.s.m.
CO
quello apposto dall’ufficio postale sul francobollo per annullarlo.
carta da bollo
loc.s.f.
CO
carta bollata
carta uso bollo
loc.s.f.
CO
foglio di carta a righe del formato della carta bollata, spec. per usi burocratici o legali
marca da bollo
loc.s.f.
CO
valore bollato emesso dallo Stato che, applicata su determinati documenti, attesta l’avvenuto pagamento di una tassa, di un contributo e sim.
tassa di bollo
loc.s.f.
TS fin.
imposta indiretta dovuta su tutte le carte destinate ad atti civili, commerciali, amministrativi, giudiziari e altri documenti indicati dalla legge
valore di bollo
loc.s.m.
TS burocr.
=> valore bollato
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità