briglia

brì|glia
s.f.
av. 1348; dal got. *bridgil, v. anche bretella e brida.


CO
1a. ciascuna delle due redini che si attaccano al morso del cavallo | estens., spec. al pl., l’insieme dei finimenti con cui si guida il cavallo
1b. spec. al pl., ciascuna delle strisce di cuoio o di stoffa usate per sorreggere i bambini che imparano a camminare
2. fig., spec. al pl., freno, controllo: allentare, tirare le briglie a qcn.
3. TS mar. manovra dormiente che serve a scaricare verso il basso lo sforzo fatto su un albero o su un’asta orizzontale: briglia del bompresso
4. TS idraul. sbarramento in muratura eretto trasversalmente nel letto di un corso d’acqua per trattenere le acque ed evitare l’erosione del fondale
5. TS tecn. nelle grandi travi metalliche spec. da ponte, ciascuna delle membrature cui è affidata la resistenza alla flessione
6. TS mecc. organo di collegamento fra alberi di trasmissione
7. TS zool. zona compresa tra gli occhi e il becco degli uccelli
8. TS med. plica mucosa o connettivale che limita il movimento di un organo o di una struttura | formazione nastriforme prodotta in seguito a processi infiammatori, spec. in organi membranosi: briglia fibrosa, briglia cicatriziale
9. TS tess. parte di un filo o di una trama dell’armatura che rimane libera tra due legature successive

Polirematiche

a briglia sciolta
loc.avv.
CO
1. velocemente, di gran carriera
2. fig., sfrenatamente, a ruota libera: parlare a briglia sciolta
a briglie sciolte
loc.avv.
CO
a briglia sciolta.
lasciare le briglie sul collo
loc.v.
BU
concedere piena libertà d'azione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità