caldo

càl|do
agg., s.m., avv.
fine XIII sec; lat. caldu(m), var. di calidus.


FO
1a. agg., che è a temperatura alta o più alta rispetto a quella ambientale o corporea; che dà una sensazione di calore: acqua calda, letto, ferro caldo, il motore è ancora caldo | con riferimento al corpo umano: avere la fronte calda per la febbre | con riferimento al clima, alla temperatura dell’aria: le ore più calde del giorno, agosto è il mese più caldo dell’anno
1b. agg., di un indumento, che ripara bene dal freddo: un maglione molto caldo
2a. agg. CO fig., che si entusiasma o si appassiona facilmente: carattere, temperamento caldo | di un sentimento, un’azione e sim., intenso, vivo, pieno di passione: un caldo affetto, parole calde, una calda immaginazione
2b. agg. CO affettuoso, caloroso: una calda accoglienza
3a. agg. CO di qcn., sensuale: è una donna calda
3b. agg. BU di animali, in calore
4a. agg. CO di vivanda, appena tolta dal fuoco o dal forno: minestra calda, mangia finché è caldo, pane caldo, cornetti caldi
4b. agg. CO fig., di notizia relativa a fatto appena accaduto, molto recente
5a. agg. CO di tinta, che appartiene alla gamma del rosso e del giallo o che li ha come componenti prevalenti, anche con riferimento alla sensazione soggettiva suscitata: un marrone caldo | di odore, forte, intenso
5b. agg. CO di suono e spec. della voce, basso, profondo
6. agg. CO fig., di una regione o di un periodo, caratterizzato da lotte, tensioni sociali, politiche, ecc.: il medio-oriente è una zona calda, autunno caldo | telefono caldo, linea calda, usati per comunicazioni importanti o sovraccarichi di chiamate
7. agg. TS fis. di un corpo, che emana radiazioni, radioattivo
8. s.m. FO temperatura alta; sensazione soggettiva di calore: patire il caldo, che caldo!, scoppiare dal, per il caldo; sentire, avere caldo | periodo dell’anno con le temperature più elevate: è arrivato il caldo; i primi caldi, i primi giorni della primavera o dell’estate
9. s.m. BU fig., fervore, ardore: il caldo della passione, di una discussione
10. avv. OB caldamente, con passione | subito

Polirematiche

a caldo
loc.avv.
loc.agg.inv. CO TS
1. loc.avv. CO immediatamente, senza riflettere: agire a caldo, dire qcs. a caldo | loc.agg.inv., immediato, impulsivo: una risposta a caldo, commento a caldo
2. loc.agg.inv. TS tecn., mecc., metall. che avviene ad alta temperatura o utilizzando calore, fuoco ecc.: fucinatura, calettatura, stampaggio a caldo; anche loc.avv.: modellare, lavorare a caldo
a sangue caldo
loc.avv.
CO
nel momento di pieno entusiasmo, d’ira o di passione
al caldo
loc.avv.
CO
in un luogo, in un locale ben riscaldato: stare, dormire al caldo
animale a sangue caldo
loc.s.m.
TS zool.
a. omeotermo, caratterizzato cioè da temperatura corporea costante indipendentemente dalla temperatura esterna
autunno caldo
loc.s.m.
TS stor.
in Italia: l’a. del 1969, caratterizzato da rivendicazioni sindacali particolarmente dure
avere il sangue caldo
loc.v.
CO
avere un temperamento focoso soggetto al dominio delle passioni
battere il ferro finché è caldo
loc.v.
CO
insistere su qcs. nel momento opportuno
battere il ferro quando è caldo
loc.v.
CO
battere il ferro finché è caldo
borsa dell’acqua calda
loc.s.f.
CO
b. di gomma che, riempita di acqua calda, è usata per scaldare parti del corpo
cioccolata calda
loc.s.f.
CO
bevanda calda ottenuta facendo sciogliere cacao zuccherato in latte o acqua bollente.
clima temperato caldo
loc.s.m.
TS meteor.
=> clima subtropicale
compositrice a caldo
loc.s.f.
TS tipogr.
quella basata sulla pressofusione a caldo di caratteri singoli o di intere righe di testo
corrente calda
loc.s.f.
TS idrol.
spec. al pl., c. che porta acqua più calda di quella del mare in cui scorre, esercitando un’azione mitigatrice del clima
fauna calda
loc.s.f.
TS paleont.
f. dei periodi interglaciali dell’era quaternaria
fronte caldo
loc.s.m.
TS meteor.
f. in cui una massa d’aria calda scivola su una massa d’aria fredda, dando origine a nubi stratificate e a precipitazioni a carattere moderato
inventare l’acqua calda
loc.v.
CO
scoprire l’acqua calda.
jazz caldo
loc.s.m.
CO
hot jazz
mettere in caldo
loc.v.
CO
far scaldare una preparazione gastronomica: mettere in caldo l’arrosto
motore ad aria calda
loc.s.m.
TS mecc.
m. a combustione esterna che trasforma l’energia termica in energia meccanica impiegando l’aria come fluido intermediario
pannicello caldo
loc.s.m.
CO
pezzuola di lana o di tela fine che, impregnata di sostanze medicamentose o riscaldata, è applicata sulla pelle per curare ferite o per frizionare e riscaldare parti doloranti | fig., spec. al pl., rimedio insufficiente, provvedimento inadeguato alla gravità di una situazione, palliativo.
piangere a calde lacrime
loc.v.
CO
piangere accoratamente
piatto caldo
loc.s.m.
CO
preparazione gastronomica che deve essere servita calda
prendersela calda
loc.v.
CO
darsi molto da fare per qcn. o qcs.
punto caldo
loc.s.m.
CO
zona particolarmente a rischio per quanto riguarda l’insorgenza di conflitti, disordini sociopolitici e sim.: il Golfo Persico è un punto caldo
scoprire l’acqua calda
loc.v.
CO
credere o presentare come nuova e originale una cosa già nota od ovvia
serra calda
loc.s.f.
TS agr.
s. riscaldata artificialmente
tavola calda
loc.s.f.
CO
1. locale pubblico in cui si servono pasti o vivande da consumare velocemente al banco o seduti a un tavolo
2. assortimento di cibi caldi e freddi che si consumano in tali locali: servizio di tavola calda
tenere in caldo
loc.v.
CO
1. mantenere una vivanda calda, pronta per il consumo
2. estens., fig., accantonare una questione o un problema senza pregiudicarne la soluzione
terreno caldo
loc.s.m.
TS agr.
t. che si riscalda facilmente alle alte temperature non riuscendo più a mantenere l’umidità
testa calda
loc.s.f.
CO
persona impulsiva o dalle idee audaci o pericolose: un gruppo di teste calde
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.