calma

càl|ma
s.f.
av. 1476; lat. tardo cauma "forte calore", dal gr. kaûma, cfr. provenz. cauma.


 AU 
1. condizione del mare o dell’aria quando non c’è vento; bonaccia: si prevede una settimana di calma
2. estens., atmosfera di quiete, di pace: amare la calma della campagna
3a. serenità, tranquillità, rilassatezza: lavorare in tutta calma, non avere un attimo di calma
3b. controllo di sé, dei propri comportamenti, delle proprie azioni: mantenere, perdere, non perdere la calma; la calma è la virtù dei forti; calma olimpica, serenità imperturbabile; prendersela con calma, agire senza fretta, senza preoccupazione; come esortazione: calma, non ti agitare, calma, ce n’è per tutti!


Polirematiche

calma e gesso
loc.inter.
CO
fam., calma e sangue freddo
calma e sangue freddo
loc.inter.
CO
come esortazione a mantenere il pieno controllo di sé: ragazzi, calma e sangue freddo!
calma piatta
loc.s.f.
TS mar.
bonaccia assoluta | CO fig., condizione di quiete totale, fase in cui non accade niente di rilevante.
con calma
loc.avv.
CO
lentamente, tranquillamente
perdere la calma
loc.v.
CO
perdere le staffe
zona delle calme equatoriali
loc.s.f.
TS geogr.
area di bassa pressione permanente che si produce tra il 10° di latitudine nord e il 5° o il 7° sud, caratterizzata da alta nebulosità e frequenti precipitazioni
zona delle calme polari
loc.s.f.
TS geogr.
ciascuna delle due zone di bassa pressione a circa 70° di latitudine nord e sud, caratterizzate da venti deboli e irregolari
zona delle calme tropicali
loc.s.f.
TS geogr.
ciascuna delle due aree di alta pressione permanente che si producono alla latitudine di circa 30° nord e sud, caratterizzate da atmosfera secca e cielo limpido
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità