cambiare

cam|bià|re
v.tr. e intr.
1255; lat. tardo cambĭāre, di orig. gallica.


FO
1a. v.tr., sostituire una cosa o una persona con un’altra; scegliere qcs. di diverso rispetto a prima: cambiare macchina, cambiare arredamento, cambiare lavoro, cambiare fidanzato, se il regalo non ti piace puoi cambiarlo, cambiare aspetto, cambiare gusti, cambiare amicizie | diventare cliente di un’altra persona, di un altro negozio e sim.: cambiare medico, cambiare lavanderia, cambiare albergo | colloq., anche v.intr. (avere) seguito dalla prep. di: cambiare di posto
1b. v.tr., rendere diverso da prima, modificare, sia in meglio sia in peggio: le esperienze vissute lo hanno cambiato
2. v.intr. (essere) diventare diverso, subire mutamenti: le cose cambiano, la scena cambia nel secondo atto, sta cambiando il tempo
3. v.tr., fare un’operazione di cambio: cambiare le lire in sterline; spicciolare: hai mille lire da cambiare?
4. v.tr., spec. con riferimento a bambini, mettere indosso biancheria o abiti puliti o diversi da quelli precedentemente indossati: ti ho appena cambiato, e già sei sporco!
5. v.tr., ass., prendere la coincidenza con un altro treno: per andare a Venezia devi cambiare a Milano
6. v.tr., su un veicolo con cambio di velocità, passare da una marcia all’altra; anche ass.: in salita devi cambiare
7. v.tr. OB dare in cambio, barattare | contraccambiare

Polirematiche

cambiare aria
loc.v.
CO
1. aprire le finestre per ventilare un ambiente: c’è odore di chiuso, cambia aria!
2. fig., lasciare un luogo, spec. per sottrarsi a pericoli, minacce, ecc.: vista la situazione, è meglio cambiare aria
cambiare bandiera
loc.v.
CO
mutare opinione, parere o comportamento, spec. per opportunismo
cambiare casa
loc.v.
CO
trasferirsi in un’altra abitazione
cambiare casacca
loc.v.
TS sport
spec. nel calcio, cambiare squadra di appartenenza
cambiare cavallo
loc.v.
CO
cercare aiuto o appoggio in una persona diversa da quella cui ci si era rivolti in precedenza per giungere a uno scopo, spec. con calcolo e opportunismo
cambiare colore
loc.v.
CO
impallidire, sbiancare per una forte emozione | arrossire, spec. per timidezza
cambiare disco
loc.v.
CO
iron., smettere di ripetere le stesse cose: basta, l’hai già detto mille volte, cambia disco!
cambiare discorso
loc.v.
CO
mutare all’improvviso l’argomento della conversazione, spec. per evitare situazioni imbarazzanti o sgradevoli
cambiare faccia
loc.v.
CO
alterarsi in viso per un’emozione improvvisa | estens., mutare aspetto: il vecchio quartiere ha cambiato faccia
cambiare i connotati
loc.v.
CO
colloq., spec. come minaccia, malmenare qcn. tanto da renderlo irriconoscibile: se lo piglio gli cambio i connotati
cambiare la vita
loc.v.
CO
di situazione, avvenimento e sim., provocare una sensibile trasformazione nel modo di vivere di qcn.: l’andare a vivere in campagna mi ha cambiato la vita
cambiare le carte in tavola
loc.v.
CO
sconfessare proprie affermazioni o mutare comportamenti tenuti in precedenza
cambiare marcia
loc.v.
CO
di qcn., assumere un ritmo più veloce, avere un rendimento maggiore: negli ultimi chilometri il fondista ha cambiato marcia e ha superato gli avversari, se vogliamo finire in tempo dobbiamo cambiare marcia
cambiare pelle
loc.v.
CO
mutare improvvisamente idee, posizioni o modo di vita
cambiare registro
loc.v.
CO
cambiare tono, atteggiamento, contegno
cambiare rotta
loc.v.
CO
virare
cambiare sesso
loc.v.
CO
assumere, mediante intervento chirurgico, le caratteristiche anatomiche sessuali dell’altro sesso
cambiare strada
loc.v.
CO
fare scelte diverse dalle precedenti; mutare comportamento o modo di vivere
cambiare vita
loc.v.
CO
abbandonare un modo di vita considerato negativo: era un poco di buono, ma ora ha cambiato vita.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità