camomilla

ca|mo|mìl|la
s.f.
av. 1310; dal lat. tardo camamĭlla(m), dal gr. khamaímēlon, comp. di khamaí “a terra” e mêlon “melo”, cfr. gr. tardo khamómēlon.

AD
1a. TS bot.com. nome di varie specie di piante annuali della famiglia delle Composite dotate di proprietà officinali, con fiori in capolini simili a piccole margherite
1b. TS bot.com. => camomilla volgare
2a. CO la miscela di fiori essiccati di tali piante, spec. della camomilla volgare e romana: mettere una bustina di camomilla in infusione
2b. CO l’infuso che se ne ricava, dotato di blanda azione sedativa, digestiva, antispastica e diuretica: bere una camomilla

Polirematiche

camomilla romana
loc.s.f.
TS bot.com.
pianta erbacea perenne del genere Antemide (Anthemis nobilis), simile alla camomilla volgare e con proprietà analoghe
camomilla volgare
loc.s.f.
TS bot.com.
pianta del genere Matricaria (Mathricaria chamomilla) i cui fiori sono utilizzati per preparare infusi e per vari usi officinali
tintura di camomilla
loc.s.f.
TS farm.
t. ottenuta per percolazione con polvere di fiori di camomilla e alcol a 70 gradi, usata per favorire il sonno
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità