canfora

càn|fo|ra
s.f.
1ª metà XIV sec; dal lat. mediev. camphŏra(m), dall’ar. kāfūr, dal pali kappūra-.

CO
sostanza bianca dal caratteristico odore pungente usata come antitarmico, nella fabbricazione della celluloide e come antisettico ed eccitante dell’attività respiratoria e circolatoria | chim. chetone terpenico che si presenta come sostanza aromatica cristallina bianca estratta dalle piante del canforo (Cinnamomum camphora) e della matricale (Chrysanthemum parthenium) o sintetizzata chimicamente | chim. qualsiasi composto terpenico ossigenato costituente il principio odorifero di alcune piante

Polirematiche

albero della canfora
loc.s.m.
TS bot.com.
pianta del genere Cinnamomo (Cinnamomum camphora) originaria dell’Estremo Oriente, dal cui legno distillato si ricava canfora
olio di canfora
loc.s.m.
TS chim.
o. che si ricava dalla distillazione del legno del canforo, impiegato come solvente di resine, nella fabbricazione di saponi e profumi, e, in farmacologia, come antisettico
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità