carnevale

car|ne||le
s.m.
2ª metà XIII sec; loc. lat. mediev. carnem levāre propr. “levare la carne”, con assimilazione e successiva sincope, v. anche carnasciale.


AD
1. periodo compreso tra l’epifania e la quaresima, caratterizzato da scherzi e divertimenti, balli, feste in maschera, ecc.: costume di carnevale, dolci di carnevale, veglione di carnevale, a carnevale mi sono travestito da arlecchino | l’insieme dei festeggiamenti che si svolgono durante questo periodo, spec. nell’ultima settimana prima della quaresima: il carnevale di Venezia, di Rio | pupazzo che rappresenta tale periodo, talora bruciato simbolicamente il martedì grasso: bruciare, seppellire il carnevale, festeggiarne la fine; anche fig.
2. estens., tempo di allegria e spensieratezza: non è sempre carnevale; fare carnevale, divertirsi, far baldoria
3. fig., carnevalata, buffonata

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.