cartamo

càr|ta|mo
s.m.
2ª metà XIV sec; dal lat. mediev. carthămu(m), dall’ar. qurṭum “zafferano bastardo”; nell’accez. 1b cfr. lat. scient. Carthamus.


1a. TS bot.com. pianta erbacea del genere Cartamo (Carthamus tinctorius) con foglie spinose e fiori gialli, talvolta utilizzati per sofisticare lo zafferano
1b. TS bot. pianta del genere Cartamo | con iniz. maiusc., genere della famiglia delle Compositeo
2. TS med. medicinale estratto dai fiori del Carthamus tinctorius | TS biochim. estratto alcalino, ricavato dai fiori del Cartamus tinctorius, usato come colorante
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità