catrame

ca|trà|me
s.m.
sec. XIV; dall’ar. qatrān.


AD sostanza densa e oleosa, di colore scuro e di odore intenso, ottenuta dalla distillazione del carbon fossile o del legno, che viene usata come materia prima per produrre oli combustibili, per impermeabilizzare superfici, nell’industria chimica e anche in medicina come balsamico, antiparassitario e anticoagulante

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.