2cavo

|vo
s.m.
av. 1470; dal genov. cavo propr. "capo, estremità della corda", dal lat. caput "capo".


AU 
1. grossa fune molto robusta, usata per sostegno, trazione od ormeggio: cavo metallico, di fibre vegetali; cavo di traino, di rimorchio; cavo della funivia, della gru
2. conduttura flessibile per il trasporto di corrente elettrica, isolata e protetta, di sezione notevole, spesso formata da più fili fra loro isolati: cavo elettrico, cavo aereo, sotterraneo, sottomarino, cavo telefonico, cavi dell’alta tensione, allacciare un cavo, collegare due apparecchiature con un cavo


Polirematiche

cavo di guida
loc.s.m.
TS aer.
c. fissato alla navicella di un aerostato, che viene lasciato pendere fino a terra e adagiarsi al suolo al fine di stabilizzare la quota del velivolo
cavo di ritenuta
loc.s.m.
TS mar.
=> ritenuta
cavo moderatore
loc.s.m.
TS aer.
=> cavo di guida
cavo multipolare
loc.s.m.
TS elettr.
c. che può realizzare più circuiti indipendenti
cavo pilota
loc.s.m.
TS mar.
c. per la guida delle navi all'ingresso di porti o canali, che genera un campo elettromagnetico rilevabile dagli strumenti di bordo
cavo stabilizzatore
loc.s.m.
TS aer.
=> cavo di guida
cavo unipolare
loc.s.m.
TS elettr.
c. che può realizzare un solo circuito indipendente.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità