certo

cèr|to
agg., agg.indef., pron.indef.m., s.m., avv.
av. 1237; lat. cĕrtu(m), propr. p.pass. di cernĕre “distinguere”.


I. agg. FO
I 1. di qcs., che non si può mettere assolutamente in dubbio; indubitabile, indiscutibile: un fatto, un avvenimento certo; una prova, una notizia, una fonte certa; sapere, credere, tenere, ritenere per certo qcs., saperlo con sicurezza, considerarlo come cosa sicura | in usi impers.: è certo che qualcosa non va | che avverrà o si verificherà di sicuro: un risultato, un guadagno certo | ben definito, preciso: avere uno scopo, un orientamento certo | che ha un effetto sicuro: un rimedio certo
I 2. di qcn., persuaso, convinto di qcs.: sono certo di quello che dico; essere certo di arrivare in tempo | far certo qcn. di qcs., convincerlo, persuaderlo di qcs. | rendersi certo di qcs., convincersi
I 3. OB che si vede, che si distingue chiaramente: fui sì presso di lor giunto | che li atti loro a me venivan certi (Dante) | estens., concreto, reale: qual che tu sii | od ombra od omo certo (Dante)
II. agg.indef. FO sempre preposto al sost., per indicare qcs. o qcn. in modo indeterminato, qualche, alcuno, dato, determinato: sono partito con certi amici; devo sbrigare certi affari; certe volte è preferibile tacere; dopo un certo tempo finalmente tornò, il museo è aperto solo in certi giorni | con valore rafforzativo o enfatico: ha certi occhi quella ragazza! | seguito da una prop. consecutiva, tale: aveva certi nervi che rispose male a tutti | con valore attenuativo, anche seguito da quale: è una persona con un certo peso, con una certa posizione, di una certa qual importanza, una certa capacità non gli manca, ha una certa qual propensione per lo studio | avere una certa età, un’età avanzata | unito a un nome proprio per indicare una persona poco conosciuta: ti ha cercato un certo signor Bianchi | con valore spreg.: certa gente non riesco a sopportarla! | con funzione correlativa: certi giorni si lavora, certi altri ci si riposa III. pron.indef.m. FO al pl., alcuni, taluni: certi lo affermano con sicurezza | con funzione correlativa: certi sono d’accordo, altri no IV. s.m. CO solo sing., ciò che è sicuro, indubitabile: affermare il certo V. avv. FO con certezza, senza dubbio: a quest’ora sarà certo a casa; questo lavoro non finirà certo presto | negli incisi, con valore rafforzativo: tu, certo, te ne sei disinteressato | nelle risposte, con valore affermativo: «Verrai anche tu alla festa?» «C.!»; spesso per rafforzare un’affermazione o una negazione: si certo! certo che sì! no certo!

Polirematiche

certe volte
loc.avv.
CO
talvolta, di tanto in tanto
dare per certo
loc.v.
CO
giurare
di certo
loc.avv.
CO
di sicuro, certamente: suonano alla porta; a quest’ora è di certo il postino
entro certi limiti
loc.avv.
CO
in misura relativa, parziale: un problema risolvibile entro certi limiti | restare entro certi limiti: non andare oltre certe regole di convenienza
fino a un certo punto
loc.avv.
CO
colloq., solo in parte, non completamente: un medicinale efficace fino a un certo punto, funzionare, riuscire fino a un certo punto
in un certo qual modo
loc.avv.
CO
in un certo senso
in un certo senso
loc.avv.
CO
sotto un particolare aspetto, da un determinato punto di vista
lasciare il certo per l’incerto
loc.v.
CO
perdere qcs. di sicuro per inseguire ciò che non lo è
mal certo
loc.agg.
loc.s.m., var. => malcerto
per certo
loc.avv.
di certo
punto certo
loc.s.m.
CO
punto fermo
un certo
loc.agg.
CO
qualche
un certo non so che
loc.s.m.
CO
qcs. di indefinibile, che suscita un sentimento, un'impressione e sim.: quella donna ha un certo non so che che mi piace.
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità