certosino

cer|to|ṣì|no, cer|to||no
agg., s.m.
av. 1524; der. di certosa con 1-ino.

CO - TS
1a. agg. TS relig. relativo ai Certosini: regola certosina, monastero certosino; tipico dei Certosini, spec. con riferimento alla loro regola severa o alla pazienza a loro proverbialmente attribuita | CO estens., che richiede pazienza e meticolosità: lavoro certosino
1b. agg. TS , s.m. relig. che, chi appartiene ai Certosini | s.m.pl. con iniz. maiusc., ordine religioso eremitico fondato da san Brunone nell’XI secolo
2. s.m. CO estens., chi è molto paziente e meticoloso, spec. nel proprio lavoro: quel restauratore è un vero certosino | BU chi vive in solitudine e astinenza
3. s.m. CO gatto certosino
4. s.m. TS gastr. ciambella dolce e candita, tipica di Bologna
5. s.m. BU chartreuse

Polirematiche

alla certosina
loc.agg.inv.
loc.avv. TS artig. loc.agg.inv., di una decorazione ad intarsio su legno, formata da pezzi di vario materiale disposti secondo un disegno geometrico: tarsia, lavoro alla certosino | loc.avv., con tale tipo di intarsio: decorare alla certosino
da certosino
loc.agg.inv.
CO
che richiede molta pazienza, precisione e meticolosità: lavoro da certosino
gatto certosino
loc.s.m.
CO
razza di gatti domestici con pelo raso di colore grigio azzurrognolo | gatto di tale razza
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità