chiaroscuro

chia|ro|scù|ro
s.m.
av. 1519; comp. di chiaro e 1scuro.


1a. TS arte effetto di luce e ombra che rende il rilievo plastico delle cose, delle masse e dei volumi mediante la graduazione dei chiari e degli scuri e il gioco dell’incidenza dei riflessi: immagine a chiaroscuro, chiaroscuro plastico, architettonico
1b. TS arte nella pittura e nel disegno, graduazione luminosa più o meno uniforme del chiaro e dello scuro, ottenuta con l’ombreggiatura o la lumeggiatura delle figure: dipingere a chiaroscuro, disegno a chiaroscuro
1c. TS arte pittura monocroma che riproduce con vari toni di grigio le luci e le ombre, ottenuta con tale tecnica
2. CO estens., varietà, contrasto di toni che dà efficacia a una rappresentazione artistica: il carattere del personaggio emerge in un potente chiaroscuro | estens., alternanza di piaceri e dolori, di alti e bassi: i chiaroscuri della vita
3. TS mus. nell’interpretazione musicale, variazione continua dell’intensità del suono
4. TS teatr. accentuazione dei contrasti di tono relativi a un personaggio o a una situazione
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità