cinghia

cìn|ghia
s.f.
2ª metà XIII sec; lat. cĭngŭla(m), der. di cingĕre “cingere”.

AD
1a. striscia di pelle, di stoffa o di corda che serve per stringere, sorreggere, legare: la valigia era chiusa da una cinghia
1b. cintura: la cinghia dei pantaloni
2a. OB spec. al pl., briglia
2b. OB spec. al pl., bretella
3. TS mecc. => cinghia di trasmissione
4. OB sbarra di ferro per sostenere muri pericolanti

Polirematiche

cambio a cinghia
loc.s.m.
TS mecc.
tipo di cambio costituito da due pulegge collegate da una cinghia
cinghia dentata
loc.s.f.
TS mecc.
quella che opera su apposite ruote dentate e assicura una trasmissione esente da scorrimento
cinghia di trasmissione
loc.s.f.
1. TS mecc. nastro flessibile di materiale vario chiuso ad anello che trasmette il movimento rotatorio da un organo meccanico all’altro
2. TS polit. fig., ciò che fa da tramite e da intermediario tra un organismo, un’associazione e sim. e un partito: il concetto di sindacato come cinghia di trasmissione
tirare la cinghia
loc.v.
CO
campare a stento, fare la fame
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità