cinquanta

cin|quàn|ta
agg.num.card.inv., s.m.inv.
1211; lat. tardo cinquanta, var. di quinquaginta.


FO
1. agg.num.card.inv., che è pari a cinque decine (nella numerazione araba rappresentato con 50, in quella romana con L): pesare cinquanta chili; percorrere cinquanta metri, cinquanta chilometri; cinquanta lire; cinquanta per volta | come componente di numeri: cinquantuno, cinquantamila; centocinquanta | con sost. sottinteso: non si possono superare i cinquanta all’ora, i cinquanta chilometri; ho le cinquanta di resto, le cinquanta lire; ha compiuto i cinquanta da poco, i cinquant’anni
2. agg.num.card.inv., con valore iperb., per indicare un gran numero o una gran quantità: te l’ho detto cinquanta volte
3. agg.num.card.inv., posposto al sost. con valore di num.ord., cinquantesimo: pagina, paragrafo cinquanta | con il sost. sottinteso: la mia casa è al cinquanta di questa via
4. s.m.inv., numero pari a cinque decine: contare fino a cinquanta; i multipli di cinquanta | il segno che rappresenta tale numero | gli anni C., il quinto decennio di un secolo, spec. in riferimento al XX sec.
5. s.m. e f.inv., motociclo con cilindrata di circa 50 cc
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità