ciò

ciò
pron.dimostr.inv.
av. 1249; lat. *ĕcce hŏc, comp. di ecce “ecco” e hoc “questo”.


FO
1. questa, quella cosa: non mi piace affatto, abbiamo discusso a lungo di , a siamo giunti dopo lunghe trattative, è vero
2. spec. in unione al relativo che: che voglio, spiegami che fai
3. OB in unione con il verbo essere: cioè, vale a dire, ossia: tutti quasi a un fine tiravano assai crudele, era di schifare e di fuggire gl’infermi e le loro cose (Boccaccio), in forza de’ tuoi nemici, sono i tuoi cittadini e parenti (Carducci)

Polirematiche

a ciò che
loc.cong.
BU
var. => acciocché
ciò non pertanto
loc.cong.
BU
con valore avversativo, tuttavia
ciò nondimeno
loc.cong.
BU
con valore avversativo, tuttavia, malgrado
ciò nonostante
loc.cong.
CO
con valore avversativo, tuttavia: pioveva a dirotto, ciò nonostante volle uscire
con ciò
loc.cong.
CO
quindi, allora: e con ciò?
con ciò fosse cosa che
loc.cong.
var. => conciofossecosaché
con ciò sia che
loc.cong.
var. => conciossiaché
con ciò sia cosa che
loc.cong.
var. => conciossiacosaché
con tutto ciò
loc.cong.
CO
nonostante ciò, tuttavia
da ciò
loc.agg.inv.
OB
idoneo, adatto, opportuno: non mi pare che questa sia ora da ciò (Boccaccio).
oltre a ciò
loc.avv.
CO
in aggiunta a quanto detto precedentemente: oltre a ciò sono rimasto senza soldi
Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.