clandestino

clan|de|stì|no
agg., s.m.
av. 1600; dal fr. clandestin, dal lat. clandestinus, der. di clam “di nascosto”.


AU
1a. agg., fatto di nascosto, in segreto, spec. di ciò che viola le leggi vigenti o non ha l’approvazione di un’autorità: pubblicazioni clandestine, lotta clandestina, movimento clandestino, bisca clandestina; lotto, totocalcio clandestino, gestito illegalmente da privati invece che dallo stato
1b. agg., coppia clandestina, amanti clandestini, coppia di amanti che si incontrano di nascosto perché tradiscono i rispettivi partner
2. agg., s.m., che, chi vive o si trova temporaneamente in clandestinità: immigrato, lavoratore clandestino, che ha passato una frontiera illegalmente per trovare lavoro | che, chi è imbarcato di nascosto, senza regolare biglietto, su una nave o un aereo: passeggero clandestino, c’è un clandestino a bordo | estens., che, chi viaggia su un mezzo di trasporto senza pagare
3. agg. TS bot. => cleistogamo

Il dizionario di italiano dalla a alla z
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.